Nasce Facebook Shop. Un business sempre più social.

L’e-commerce sempre più semplice.

I social sempre più appetibili.

Mark Zuckemberg ha ufficializzato l’entrata in scena del FacebookShop. Una vetrina pratica, funzionale e gratuita configurabile ed utilizzabile direttamente dall’App Facebook e presto sarà anche integrata con tutte le atre sue piattaforme, ovvero Instagram, Messenger e Whatsapp.

Su FacebookShop sarà possibile creare la propria vetrina, personalizzando il negozio on line con immagini e colori propri dell’identità aziendale.

Non ci sarà bisogno di passare per il sito web per consultare il catalogo, salvare i prodotti e scegliere gli acquisti, ma lo si potrà fare direttamente dall’app rendendo il tutto più veloce. Resta, per ora, il pagamento tramite il proprio sito web, attraverso il quale si effettuerà solo la conclusione dell’ordine. Ipotizziamo che sia una soluzione temporanea questa, in quanto negli Stati Uniti è già possibile scegliere e concludere l’ordine direttamente da FacebookShop.

Inoltre la partnership con Shopify, per la creazione degli spazi virtuali, lancia una vera e propria sfida ai colossi del settore come Amazon, Alibaba, ebay. Si, perché, mentre queste piattaforme appena annunciate chiedono una commissione in termini di percentuale di vendita, Facebook Shops sarà totalmente gratuito.

E con il prossimo avvento di Instagram Shops, sarà possibile acquistare direttamente anche dalle stories, rendendo la cosa molto più dinamica e pubblicitariamente fruibile. Basti pensare all’attività degli influencer, che attraverso un tag possono invitare i loro followers a concludere l’acquisto all’istante.

Sarà gratuito utilizzarlo, ma ci si attende, in controtendenza, ancora una modifica sostanziale dell’algoritmo del Social Network, che farà calare ancor di più la reach organica, spingendo ovviamente sulle campagne e le strategie di advertising per raggiungere i potenziali clienti.

Ed ovviamente tutto ciò significa che potenzialmente magari si potrà arrivare a gestire eventuali preferenze di acquisto per colpire un pubblico mirato ed estremamente interessato al proprio canale di vendita.

Una conversione diretta, semplice, e quasi immediata, in un panorama mondiale delle vendite che diventa sempre più digital.

Insomma una rivoluzione, forse annunciata, ma che consentirà di ampliare e rendere ancora più fruibile l’attività social sotto forma non solo di marketing ma soprattutto di produttività.

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Articoli correlati